Progetto V-IOLA. Job Shadowing, 14 – 18 maggio Delegazione in visita

Visita delegazione progetto V-IOLA. Job Shadowing, 14 – 18 maggio.

Roma, Norcia, Foligno, Firenze, Prato

Una delegazione del progetto V-IOLA effettuerà una settimana di job shadowing in Italia dal 14 al 18 maggio prossimo. La delegazione è composta da rappresentanti delle Organizzazioni dei paesi partner, il Montenegro e la Serbia. Sono funzionari dei ministeri per la gestione delle emergenze, società nazionali di croce rossa e giovani rappresentanti di organizzazioni che lavorano sulle tematiche della prevenzione e riduzione del rischio da disastri, per la creazione di comunità più resilienti anche grazie allo sviluppo della componente del volontariato di protezione civile. Il progetto infatti, finanziato dalla Commissione Europea, si inserisce nell’ambito dell’ iniziativa per la costituzione di un Corpo di volontariato europeo. I partecipanti andranno in visita al Dpc, coordinatore del progetto,  e approfondiranno tematiche legate alla gestione e superamento delle emergenze nazionali, il sistema di volontariato e le campagne di comunicazione come IO NON RISCHIO.

Durante la mattinata del 15 maggio la delegazione visiterà la sede centrale del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta – CISOM. I partecipanti avranno la possibilità di conoscere la complessa struttura dell’Ordine di Malta in Italia e nel mondo ed in modo approfondito le attività di gestione dei soccorsi e degli interventi in cui i volontari intervengono durante le emergenze. Oltre ad essere illustrate le metodologie d’intervento e le disponibilità logistiche del Corpo per gli interventi in caso di emergenza verranno riportate esperienze dirette di come le squadre di Valutazione e Pronto Impiego del Corpo sono state attivate ed hanno operato in occasione del terremoto in centro Italia del 2016 e verranno illustrati gli interventi di supporto alle attività di assistenza alla popolazione e di gestione dei campi di accoglienza della popolazione.

Nel pomeriggio parteciperanno  all’EXPO 2019, la fiera della Cooperazione Internazionale dove la CRI partecipa con un  intervento sulla gestione delle informazioni nelle attività di prevenzione del rischio da disastro del progetto VIOLA.  la fiera della Cooperazione Internazionale dove la CRI partecipa con uno stand specifico, nel quale saranno organizzati workshop inerenti l’innovazione nelle operazioni d’emergenza e umanitarie, tra cui un focus sull’impiego dei volontari online del progetto V-IOLA, nella gestione delle informazioni nelle attività di gestione del rischio da disastro.

Il 16 maggio, d’ intesa con la protezione civile della regione Umbria, a Norcia valuteranno il sistema di gestione e superamento del sisma del 2016 messo in campo nella città di Norcia, duramente colpita dal terremoto, e a Foligno saranno illustrate le attività del  centro funzionale di PC.

La delegazione seguirà e concluderà la visita studio in Toscana con una due giorni intensa di attività istituzionali e pratiche tra Firenze e Prato. In particolare, nella giornata del 17 Maggio i partner visiteranno la sede legale di Anpas e avranno modo di approfondire, grazie al supporto di staff tecnico e volontari, le modalità di lavoro e di attivazione dei volontari Anpas di protezione civile durante le emergenze nazionali, regionali e municipali. Seguirà una visita della sala operativa di protezione civile della Regione Toscana (SOUP – Sala operativa unificata permanente) e di una delle più rappresentative unità locali di Anpas attivata durante le emergenze (Fratellanza Militare di Firenze). Il giorno successivo, 18 maggio, la delegazione parteciperà a Prato al “May Days”, festa regionale del volontariato, organizzato dal comitato regionale della Toscana di Anpas. In quella occasione sarà possibile assistere a prove e simulazioni di protezione civile e soccorso sanitario, visitare il campo di protezione civile regionale allestito con vari moduli da campo, osservare le procedure di intervento durante una maxi-emergenza. L’evento terminerà con una festa sociale dei volontari “tutti al campo” in occasione della quale i partner di progetto avranno modo di scambiare opinioni con i volontari Anpas presenti alla manifestazione (circa 800 presenze), accrescere know how e favorire la nascita di future sinergie.

Per maggiori info sul progetto ww.violaproject.eu