Progetto Chabrouh: i volontari portano un dono unico al centro sulla disabilità di Beirut

Alla fine del 2015 alcuni dei nostri volontari aderiscono al Blessed Gerard Retreat, il ritiro  organizzato per i giovani membri e volontari dell’Ordine di Malta, con lo scopo di avvicinare le giovani generazioni alla spiritualità dell’Ordine e delle sue strutture centrali, oltre a dare loro la possibilità di conoscersi.In questa occasione incontrano Sandra Fayad e Nour Moghabghab, due instancabili volontarie libanesi che illustrano per la prima volta il Progetto Chabrouh che vede la centralità delle attività nella gestione dell’Al Fadi Center, il centro che fornisce assistenza ai disabili libanesi, localizzato nella cittadina di montagna di Chabrouh, a circa 60 km dal centro di Beirut.Tra il 2017 e il 2018 diversi volontari volano in Libano per seguire i progetti assieme alle altre associazioni dell’Ordine e ai volontari CISOM provenienti da paesi diversi

“Servire gli ospiti in quel bellissimo contesto è  stata una esperienza spiritualmente profonda “ racconta  Pierluigi Camporese, CISOM di Padova – primo italiano coinvolto nel Progetto-“ e ci siamo resi conto che gli italiani potevano fare di più per questo significativo progetto interrogandoci anche sulla possibilità di offrire un dono   – in particolare una reliquia – alla Cappella del Centro Al Fadi”

Una reliquia preziosa per un progetto importante

Grazie anche all’aiuto del Capo Area Nord, Francesco Giuseppe Bettiol è stata presentata la richiesta per la concessione di una reliquia all’Ordine dei Frati Minori Conventuali, che sono gli attenti custodi della Basilica nella quale il corpo di Sant’Antonio da Padova è sepolto sin dal XIII secolo, e dove decine di migliaia di pellegrini si recano ogni anno per venerarlo e chiedere con fiducia la sua intercessione.

Con l’occasione è stato presentato il  Progetto Chabrouh e le attività che vengono portate avanti con dedizione dall’Associazione libanese dell’Ordine, attraverso numerosi giovani volontari che affluiscono ogni anno da diversi paesi europei. Nel maggio 2017, i francescani hanno approvato la richiesta per la concessione una reliquia di prima classe di sant’Antonio,  una piccola parte del corpo del Santo destinata al Centro Al Fadi, come segno di vicinanza tangibile ai fratelli e alle sorelle che risiedono in un Paese che è propriamente parte della Terra Santa.

Con la conclusione del 2018 il CISOM ha avuto l’onore di consegnare il dono ai nostri amici libanesi nel corso di una Santa Messa celebrata dal Nunzio Apostolico in Libano per la visita del Luogotenente del Gran Maestro al Centro Al Fadi.

Grazie ad una idea dei volontari ed alla disponibilità dei responsabili dell’Ordine Francescano di Padova e del Rettore della Pontificia Basilica di Sant’Antonio di Padova è stato possibile, dunque, arricchire un luogo già significativo per l’esperienza che offre e fornire negli anni avvenire un segno distintivo al progetto Chabrouh e all’Al Fadi Center