PREMIO PAM 2019 dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo al CISOM per le attività di soccorso sanitario ai migranti

 

Durante la 14a Assemblea Plenaria  dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo che si è svolta venerdì 20 febbraio ad Atene il CISOM – Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta ha ricevuto il Premio PAM 2019 per le attività di soccorso sanitario nel Mar Mediterraneo. Da oltre 10 anni presenti nello scenario emergenziale, fra i più complessi degli ultimi anni, le squadre sanitarie del CISOM, assistono donne uomini e bambini che rischiano la loro vita per un futuro migliore.

Il Presidente Gerardo Solaro del Borgo nel ritirare il premio ha espresso un pensiero sulle attività cardine del Corpo: “Sono molto onorato, da parte mia e per conto dell’Ordine di Malta, di ricevere questo prestigioso riconoscimento sulle attività sociali, mediche e umanitarie a favore dei più bisognosi, svolte dai nostri volontari con professionalità e passione. Con i suoi 3000 volontari il corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta da 50 anni rappresenta il braccio operativo dell’Ordine di Malta in Italia. Il CISOM è caratterizzato da una vocazione alla salute medica con forti capacità logistiche e operative. Grazie a queste peculiarità viene considerato un pilastro importante nel complesso sistema di Protezione Civile italiano. Con questo spirito operativo il CISOM ha lanciato nel 2008 un’iniziativa nel Mar Mediterraneo, con particolare attenzione allo Stretto di Sicilia. Attraverso accordi specifici, team volontari di medici, infermieri e soccorritori, hanno fornito assistenza medica a bordo delle navi della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza in favore di persone che rischiano la vita nel disperato tentativo di raggiungere le coste italiane, alla ricerca di opportunità per una nuova e più dignitosa vita. Dopo oltre 10 anni di attività ininterrotte, il CISOM continua a migliorare le aree di intervento sanitario: operando a bordo degli elicotteri della Guardia Costiera italiana per consentire soccorsi tempestivi; operando attraverso il supporto psicologico, dedicato agli operatori del settore umanitario (militari, personale sanitario, volontari) in caso di emergenze e improvvisi naufragi; attivando procedure specifiche di salvataggio in mare, in caso di condizioni meteorologiche avverse.

Da quando le squadre sanitarie del CISOM hanno avviato questa straordinaria esperienza di protezione delle vite umane in mare, hanno soccorso e accolto fra le braccia oltre 190 mila migranti. La loro tempestiva azione è stata spesso un fattore decisivo nel salvare vite umane. Dedicare tempo ed energie al volontariato premia ogni sacrificio e permette di superare quelle che appaiono come paure e ostacoli insormontabili. Questo è il motivo per cui il CISOM continua ad andare avanti e si spinge oltre i progetti nazionali: attualmente i confini venezuelani rappresentano uno dei nuovi scenari emergenziali in cui siamo coinvolti in prima linea con un progetto di assistenza sanitaria umanitaria dedicato a migranti e rifugiati. Dal mese di Marzo assisteremo migliaia di giovani uomini,  donne e bambini che ogni giorno attraversano il confine per cercare trattamenti e medicine nel territorio colombiano. È complesso riassumere le attività più significative a livello nazionale e internazionale del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta. È tuttavia importante sottolineare il forte spirito che ispira e guida il lavoro dell’Ordine di Malta e di tutti i suoi volontari che rimangono sempre fedeli al principio fondante del “Tuito Fidei et Obsequium Pauperum”.