Lampedusa: assistita gestante a termine

Con il massiccio numero di immigrati giunti ieri sull’isola di Lampedusa, il team del Corpo Italiano di Soccorso formato dai medici volontari Roberto Balagna e Vincenzo Belcastro di Torino, dall’infermiere Leonardo Spataro di Brescia e dalla soccorritrice Melissa Cangemi di Terni, ha assistito una donna incinta giunta alla quarantesima settimana di gestazione.

Le proibitive condizioni del mare e dunque l’elevato rischio per un eventuale trasbordo della donna sulla motovedetta della Guardia costiera, hanno comportato l’assistenza medica del team direttamente sul barcone degli immigrati scortato dai militari in porto.
I medici hanno constatato che il ritmo delle contrazioni si faceva sempre più frequente e, nonostante le delicate condizioni igieniche presenti sul barcone, hanno predisposto l’attrezzatura necessaria per un eventuale parto a bordo.
Fortunatamente la donna è giunta in porto ed è stata immediatamente consegnata ai sanitari dell’isola, allertati dell’imminente parto durante la navigazione verso Lampedusa.