CONCLUSO IL SERVIZIO DEL CISOM – INTERVENTO DI SOCCORSO IN EMERGENZA SULL’ISOLA DELL’ASINARA

Si è appena concluso il prezioso servizio di primo soccorso del CISOM presso l’ambulatorio di Cala d’Oliva, dove volontari medici ed infermieri si sono dedicati giorno e notte all’assistenza sanitaria sull’isola dell’Asinara.

Dal 24 luglio scorso, sono stati circa 150 gli interventi effettuati dal personale medico che con grande dedizione e professionalità si è preso cura della piccola comunità isolana e dei numerosi visitatori che hanno affollato l’isola.

In moltissimi casi, anche quest’anno, l’intervento tempestivo dei medici del CISOM è stato decisivo e provvidenziale; l’ultima operazione di soccorso effettuata nei giorni scorsi, ha salvato la vita ad una donna in vacanza nel Parco nazionale.

La turista, una dottoressa dell’ospedale di Cagliari, è stata soccorsa a causa di uno scompenso cardiaco con una temporanea perdita di conoscenza; le sue condizioni hanno subito destato la preoccupazione del medico CISOM che, dopo averla stabilizzata ne ha predisposto l’immediato trasferimento a terra, presso l’ospedale più vicino.

Una volta allertata la Guardia costiera, il medico è salito a bordo della motovedetta e ha accompagnato la paziente al porto di Stintino, dove ad attenderli c’era un’ambulanza del 118, pronta per il trasferimento in codice rosso all’ospedale di Sassari.

La collaborazione tra le squadre sanitarie del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta e la Capitaneria di Porto è stata ancora una volta determinante per soccorrere e salvare una vita. La presenza dell’ambulatorio medico sull’isola è un servizio essenziale per la collettività, una delle tante dimostrazioni di come un intervento efficace e tempestivo, possa fare la differenza in situazioni di emergenza improvvisa e in un contesto, come quello dell’Asinara sprovvisto di una struttura ospedaliera.