UNA DONAZIONE PER ARZACHENA: TRE VENTILATORI POLMONARI IN DOTAZIONE AL TERRITORIO PER CONTRASTARE GLI EFFETTI DEL VIRUS COVID-19

Il Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta impegnato sul territorio grazie all’azione concreta della famiglia Rovati

21 maggio 2020 Sono tre i ventilatori polmonari donati oggi, 21 maggio, al Sindaco di Arzachena, Roberto Ragnedda, da parte dell’Ordine di Malta, messi a disposizione dalla Famiglia Rovati e consegnati personalmente da Luca Rovati, Ospedaliere e consigliere del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta che da oltre un mese è in prima linea sui progetti COVID HOSPITAL della Lombardia e delle Marche, nella lotta al coronavirus. Un gesto concreto dettato dalla necessità di dotare i presidi ospedalieri degli strumenti più idonei al contrasto del COVID-19, virus che sta creando disagi a tutta la popolazione italiana.

“Troppo spesso la causa di morte da COVID-19 è legata all’insufficienza respiratoria derivata dalla broncopolmonite e ne rappresenta la più importante sintomatologia. L’unica soluzione di contrasto è l’ossigeno terapia con diversi sistemi non invasivi e fino alla necessità di intubazione del paziente. I ventilatori automatici rappresentano un valido sostegno per la terapia – così Luca Rovati durante la donazione avvenuta alla presenza delle istituzioni e dei volontari del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta  – assoluta indispensabilità di tali apparecchiature a tutti i quadri di insufficienza respiratoria. Tale tecnologia comporta un costo rilevante per la sanità e gli ospedali. Per questo motivo l’importanza di donazioni utili al contrasto di questo virus deve più che mai essere di supporto alle attività istituzionali”.

Si è così ritenuto utile questo programma per la comunità di Arzachena con la disponibilità di tre apparecchi così utili e che saranno messi a disposizione della organizzazione sanitaria territoriale cui Arzachena fa riferimento, nell’ambito della Sanità provinciale e regionale. L’Ordine di Malta conferma la propria vocazione verso l’aiuto del prossimo per il sociale come durante le emergenze.