Logo

transparent

 
 
 
 
facebooktwitteryoutube
facebooktwitteryoutube

SAR Mediterraneo

Search and Rescue nel mediterraneo

Il significato letterale di Mediterraneo è “centro del mondo”: nell’antichità esso rappresentava il crocevia delle civiltà e ancora oggi è culla delle culture che lo attraversano. Negli anni, invece, questo pezzo di mare si è drammaticamente trasformato in un ostacolo a volte invalicabile e teatro di una delle più grandi tragedie dell’ultimo secolo
L’emergenza umanitaria a Lampedusa è certamente tra le attività di soccorso più importanti e costanti degli ultimi anni: il CISOM dal 2008 garantisce a bordo delle imbarcazioni di Guardia Costiera , Marina Militare e Guardia di Finanza il primissimo soccorso sanitario in mare ai migranti che attraversano il Canale di Sicilia tentando di raggiungere le coste meridionali del Mediterraneo.
Il progetto “SAR OPERATION  - operazioni di ricerca e soccorso”  parte da protocolli d’intesa attivati dal CISOM già con la Capitaneria di Porto  e implementati dal Ministero dell’Interno, Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione che ha inserito il progetto nell’ambito del Community Actions 2013 del Fondo Europeo per le Frontiere Esterne.
Attualmente continua con il Progetto “PASSIM- Primissima assistenza sanitaria nelle operazioni si soccorso in mare”, finanziato con risorse del Fondo Asilo Immigrazione e Integrazione 2016-2021.

La presenza di personale medico e paramedico CISOM, altamente qualificato per prestare assistenza sanitaria in mare a bordo dei dispositivi navali impiegati nelle operazioni di soccorso in occasione di eventi migratori, assicura interventi immediati e professionali anche in condizioni operative e meteo marine particolarmente difficili.
L’attitudine al soccorso e gli specifici interventi in ambito ospedaliero hanno fatto si che il CISOM divenisse un vero e proprio Corpo specializzato nel soccorso medico in mare.
Con l’impiego di 102 medici, 66 infermieri, 73  volontari e 12 logisti del CISOM, nel 2015 le attività SAR nel Canale di Sicilia a bordo delle Navi di Guardia Costiera e Marina Militare hanno permesso di raggiungere i seguenti risultati:

    491 operazioni di SAR (Search&Rescue)
    53.712  migranti tratti in salvo
    800 terapie salvavita somministrate
    72  trasferimenti urgenti
    25 trasferimenti elisoccorso

Ogni mese  i team sanitari del CISOM sono presenti
     al nucleo aereo di Catania con 1 medico con brevetto di elirilascio reperibile 24h
     a bordo delle due Unità Navali Maggiori della Guardia Costiera (classi 900)  con 1 medico e 1 infermiere per ciascuna unità reperibili 24h
     a Lampedusa a bordo delle motovedette della Guardia Costiera (classi 300) 4 medici e 4 infermieri, più il personale volontario e il logista, tutti reperibili 24h
     a bordo di una nave della Marina Militare con 1 medico reperibile 24h
     a bordo delle motovedette della Guardia di Finanza con un medico o un infermiere per i pattugliamenti Frontex.

logo header
dona
unisciti